Giant Rooks - Watershed


I giovanissimi Giant Rooks sono originari di un piccolo paesino di nome Hamm, ma attualmente si sono trasferiti a Berlino per non allungare troppo le distanze dai loro affetti e trovar l’ispirazione giusta in una città che ha molto da offrire a dei giovani artisti.
Il brano scelto come Power Play di questa settimana è “Watershed”, brano del 2020 che anticipa l’uscita di un nuovo album – prevista per giugno -.
Possiamo definire lo stile dei Giant Rooks un pop-rock da Hit Parade. Sembra infatti che non stiano sbagliando un colpo e che dal vivo il tutto funzioni egregiamente, senza troppe forzature e curando ogni singolo dettaglio.


I loro brani sono costruiti seguendo una formula che senza ombra di dubbio funziona e ha un impatto più che buono sul pubblico e sulla critica.
Le canzoni dei Giant Rooks sono interessanti e divertenti all’ascolto, i testi sono fatti appositamente per il pubblico, nessun significato intrinseco è spiegato fino in fondo per lasciare alla gente il piacere di sentirsi protagonista della vicenda e dare una lettura personale di ogni brano.
Perché è il Power Play di questa settimana? L’empatia è importante.
I Giant Rooks, pur avendo scalato alla velocità della luce molte classifiche col brano “Wild Stare” e aver calcato palchi di festival fondamentali come Coachella e Ypsigrock, non hanno perso quell’umiltà che li tiene legati imprescindibilmente al loro pubblico.


Ascoltando “Watershed” ti senti parte di quel piccolo mondo di cui parlano nel ritornello, guardando il video si è protagonisti in ogni singolo frame, a tal punto che senza nemmeno rendersene conto sembra di trovarsi dentro alla stazione di OstBahnof ad aspettare il treno con un amico.

guarda il video qui

Silvia Frattini

Commenti(0)

Log in to comment