“Longshot” – Catfish and the Bottleman


“Longshot” è il primo singolo estratto dall’album “The Balace” dei Catfish and the Bottlemen.


La band gallese di Lllandudno che nasce nel 2007, dà alla luce il suo terzo lavoro nel 2019 rispettando per filo e per segno le caratteristiche del buon indie rock Made in England.
Si tratta di un lavoro semplice, diretto, genuino, che non ha bisogno di sintetizzatori o strane magie in produzione per risultare accattivante ed entusiasmare la fanbase – e posso assicurarvi che il pubblico dei Catfish è esigente e davvero appassionato -.


Rispetto a moltissimi altri loro colleghi, loro non hanno ancora intrapreso nessun deciso cambio di rotta rispetto al loro stile, ciò che trovi in “The Balance” è esattamente ciò che ti aspetti da loro dopo aver ascoltato “The Balcony” (2014) e “The Ride” (2016).


Non siamo davanti all’album rivelazione – e sicuramente nemmeno il migliore, augurando longevità alla formazione gallese- , non c’è alcun effetto sorpresa ascoltando un brano come “Longshot”, ma si rispetta l’estrema coerenza nei confronti di una formula che palesemente soddisfa prima loro, poi il pubblico.
Perché è il Power Place di questa settimana? Beh, proprio per questo: la coerenza.
Giovincelli come i Catfish hanno tempo di crescere e sperimentare, ma a tempo debito e con criterio, non soltanto per seguire la tendenza momentanea rischiando di dare forma a qualcosa che non li rappresenta e non li soddisfa.


Rimangono, ad ogni modo, la band rivelazione per tutti coloro che si sono persi la scena britannica degli anni ’90 e dei primi anni 2000, grazie alle chiare allusioni allo stile dei The Strokes e a momenti alterni dei Blur.


Vale la pena scommettere su di loro .

Silvia Frattini

(Gurda il Video)

Commenti(0)

Log in to comment